Itinerario:
La partenza per l’escursione e da CalaGonone, porto turistico situato al centro della costa orientale sarda, cuore del futuro “Parco del Gennargentu”.
Partenza ore 09,00
Rientro in porto ore 18,30

La prima cala che si incontra durante il tragitto è CalaLuna, una lingua di sabbia finissima che divide il mare dal laghetto interno, incorniciata da splendidi oleandri e imponenti montagne.
Prevista sosta di circa ore 1,30.

Seminascosta dietro una parete di roccia, appare all’improvviso Cala Biriola , piccola caletta di confetti bianchi ,incastonata tra rocce nere e una rigogliosa macchia mediterranea.
Prevista sosta di circa 1 ora. In alternativa visita alla Grotta del Fico.

Grotte, insenature e piccole spaccature della montagna, formano un paesaggio unico e affascinante come la “Piscina di Venere” dalle acque con riflessi dal verde al turchese.
Navigando sottocosta ,si può ammirare uno dei mari più belli del mondo, le acque cristalline permettono la visione di un ricco e variopinto fondo marino oltre i 30 metri di profondità.
La “Grotta Verde” : insenatura naturale, penetra nella roccia per oltre 150 metri creando uno scenario dagli incomparabili cromatismi di verde.
Luogo fresco e calmo, ideale per la sosta del pranzo (circa 2 ore)

Considerata una delle più belle cale del mediterraneo, “Cala Mariolu” offre forme e colori inimitabili.
Ciottolini rosa e cristalline acque ricche di pesci e fondali corallini,offrono una rara occasione per tuffarsi in un mare di colori. Prevista sosta di circa 2ore.

Separata da cala Mariolu da un piccolo roccione, Cala Gabbiani vanta i ciottolini di giaia cosi fini da sembrare sabbia e lo specchio d’acqua più turchese del golfo.

Ultima perla del golfo di Orosei, la cala”Goloritze” è monumento nazionale dal 1995.
Cattedrali di rocce, grotte, guglie (la più alta raggiunge i 200 metri d’altezza) , muti testimoni dell’azione del tempo, del vento e dell’acqua creano imponenti e maestosi scenari.
Attraverso un arco di roccia calcarea che si tuffa in un mare dal turchese abbagliante , si giunge all’ultima tappa del viaggio.
Immagini indelebili nella memoria di coloro che si lasciano trasportare dal Delfino…….1

L’imbarcazione:
Lunghezza: 14 metri
Larghezza: 4,20 metri
Carena: semi-dislocante
Motori: Caterpillar 250×2
Velocità: 20 nodi(38KM)

Il M.P.Delfino1° e una imbarcazione nuova, bella e soprattutto sicura avendo un tipo di costruzione Inaffondabile (vetroresina con divyncell Interposto) con 4 compartimenti stagni,e la possibilità di navigare con un solo motore.
Dotato di bagno, doccia e cuccette per godersi in relax una giornata a contatto della natura lasciandosi trasportare lungo la costa da un equipaggio che proviene da una lunga esperienza marinara.

La pesca:
Il mare, mondo affascinante e misterioso, finora. Il M.P. Delfino 1° vi offre la possibilità di avere un’esperienza indimenticabile, un contatto diretto con la natura, sotto la guida di esperti pescatori che vi sveleranno i suoi segreti.
Potrete assistere con trepidazione al recupero di oltre 700 metri di rete da posta, fotografando la cattura di molte specie di pesci e crostacei, avvicinandovi con semplicità al meraviglioso mondo marino.

Il Pranzo:
Dopo aver recuperato le reti da pesca e sostato per più di 2ore in una stupenda caletta, arriva l’ora del pranzo, momento d’incontro fra i passeggeri.
All’interno del Fiordo di Mudaloro, riparo naturale, si può degustare i prodotti del mare cucinati con sapienza marinara iniziando con “pasta alla pescatora”; ”arrosto di pesce” pescato insieme al mattino, contorno, pane”Carasau”, frutta e caffè, il tutto bagnato da un vino “Cannonau” doc. e l”incantevole paesaggio della “Grotta Verde”.